"La cultura è un modo di vedere, di percepire, di giudicare,  cioè di valutare e di decidere riguardo a tutto. E' lo stabilirsi di un orizzonte ultimo da cui parte l'attacco della coscienza dell'io alla realtà e che investe ogni cosa che esso trova sul cammino".

Luigi Giussani

Generare tracce nella storia del mondo (1998)

 “. . . Innanzitutto e per prima cosa si deve dire, con molto realismo, che non era loro intenzione di creare una cultura e nemmeno di conservare una cultura del passato. La loro motivazione era molto più elementare. Il loro obiettivo era: quaerere Deum, cercare Dio. Nella confusione dei tempi in cui niente sembrava resistere, essi volevano fare la cosa essenziale: impegnarsi per trovare ciò che vale e permane sempre, trovare la Vita stessa. Erano alla ricerca di Dio...”

Benedetto XVI

Incontro con il mondo della cultura, 9/9/2008, Collège des Bernardins, Parigi


 

Una matita nelle mani di Dio

 

Nell’ambito della festa dell’oratorio San Luigi di Cardano al Campo, il cui tema è la frase di Santa Madre Teresa: Io non sono che una piccola matita nelle mani di Dio, segnaliamo gli incontri più significativi:

-       Solo insieme si arriva al traguardo, incontro con il giornalista sportivo Nando Sanvito, lunedì 19 settembre, ore 21, Auditorium, Via Don Luigi Villa 2, Cardano al Campo

-       Incontro sulla vita di Santa Teresa di Calcutta, interviene Padre Bernardo Cervellera, del PIME, martedì 20 settembre, ore 21, sempre in Auditorium

-       Da domenica 18 a domenica 25 settembre, (sabato e domenica dalle ore 11 alla ore 22, da lunedì a venerdì dalle ore 15 alle ore 18) all’interno dell’Oratorio di Cardano al Campo, (Via Matteotti) sarà inoltre possibile visitare le mostre:

-       I volti della misericordia… nell’Anno Santo 2016, nella chiesetta dell’Oratorio

-       Santa Madre Teresa, una matita nelle mani di Dio, nella sala riunioni dell’Oratorio




Testimoni di misericordia

 

Nell’ambito della festa patronale di Gavirate, dal titolo: Testimoni di misericordia segnaliamo questi incontri molto significativi:

-       Caravaggio e le opere di Misericordia, a cura di Monica Braga e Sara Poretti, mercoledì 7 settembre, ore 21, Chiesa Parrocchiale di Gavirate

-       Perdonare le offese, incontro con Carlo Castagna, sabato 10 settembre, ore 21, Oratorio di Gavirate

-       Consolare gli afflitti, incontro con la Comunità Cenacolo di Suor Elvira, venerdì 23 settembre, ore 21, Chiesa Parrocchiale di Voltorre

-       Alloggiare i pellegrini, incontro con Farhad Bitani, venerdì 30 settembre, ore 21, Oratorio di Comerio




Giugno Sport 2016

 

Nell’ambito degli eventi di Giugno Sport 2016, dal titolo “Ripartiamo insieme!”, che si è svolto presso l’Oratorio San Luigi a Gavirate dal 16 giugno al 3 luglio e che proponeva di approfondire il tema della Misericordia in vari ambiti dell’esistenza,  si sono tenuti i seguenti incontri:

 

-          Lunedì 20, ore 21: Presentazione del libro: “Il nome di Dio è misericordia”. Interviene Andrea Tornielli, vaticanista, giornalista e autore del libro.

-          Domenica 26, ore 21: “Accoglienza e perdono in famiglia”. Interviene don Vincent Nagle, Fraternità Sacerdotale San Carlo Borromeo

-          Martedì 28, ore 21:  Spettacolo teatrale di e con Paolo Cevoli: “Perché non parli”. Auditorium Comunale, Gavirate

-          Mercoledì 29, ore 20.30:  Proiezione del film “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi. Cinema Garden, Gavirate

-          Venerdì 1, ore 21: “Oltre la bellezza. La misericordia nelle opere d’arte”. Incontro con Suor Maria Gloria Riva, studiosa d’arte

-          Domenica 3, ore 18,30: Presentazione del libro: “La vertigine della libertà” di Guido Mezzera. Con Chiara Zangarini è intervenuto l’autore

Più sotto è possibile scaricare il programma completo degli eventi e la locandina dello spettacolo con Paolo Cevoli.

 




La bellezza disarmata

È avvenuto l’incontro di presentazione del libro di Julián Carrón

La bellezza disarmata

presso il Teatro Apollonio

Piazza della Repubblica - Varese

Giovedì 21 aprile 2016, alle ore 21.00

 

Il video dell'incontro è disponibile qui. 

 

Sono intervenuti:

Ambrogio Pisoni

Assistente Pastorale Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

Wael Farouq

Docente all’American University de Il Cairo

e all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

 

Ha coordinato:

Carlo Petroni

Responsabile Comunione e Liberazione di Varese

 

Foto di Attilio Aletti.




Incontro-testimonianza con Padre Ibrahim Alsabagh

 

La registrazione della serata è disponibile nella sezione Archivio 2016 del sito.

Il decanato di Varese e il Centro Culturale Massimiliano Kolbe vi invitano all’incontro- testimonianza:

La speranza che vive ad Aleppo

Il sangue dei martiri è seme dei cristiani

—Tertulliano

È stato con noi:

Padre Ibrahim Alsabagh

Parroco della comunità latina di Aleppo

Hanno introdotto:

Don Mauro Barlassina

Decano di Varese

Paola Bassani

Centro Culturale Massimiliano Kolbe

 

 

presso  il Centro Congressi De Filippi

via Don L. Brambilla 15 - Varese

Mercoledì 1 giugno 2016 alle ore 21.

Fra Ibrahim Alsabagh, nato a Damasco, 45 anni, è un frate minore francescano della Custodia di Terra Santa, sacerdote da 12 anni. È stato animatore vocazionale, vice direttore di una scuola cattolica in Giordania e parroco a Gerico. Poi, dopo aver ottenuto a Roma la laurea in teologia dogmatica, ha abbandonato una promettente carriera da teologo ed è rientrato in Siria, per condividere con la sua gente la propria speranza, testimoniando una ragione per vivere e per morire. Dal 23 novembre 2014 ha preso servizio come parroco della parrocchia latina di Aleppo, dedicata a San Francesco d'Assisi, situata in una delle zone della città martire più devastate dalla guerra civile e nel cuore della tragedia dei cristiani perseguitati.

 

La situazione in cui opera Padre Ibrahim è descritta in questa intervista rilasciata a ilsussidiario.net.

 




Serata di CANTI SPAGNOLI pro AVSI

 

Il video di alcuni canti della serata è disponibile nella sezione Archivio 2016 del sito.

Vi invitiamo al concerto:

 

La voce del cuore,

la voce del popolo

Canzoni della tradizione popolare spagnola

 

Manoli Ramírez de Arellano, voce

Marco Squicciarini, chitarra

Rafael Andreo, chitarra

Javier Andreo, tamburello

alla Villa Cagnola – Via Cagnola 21, Gazzada (VA)

Sabato 21 maggio 2016 alle ore 21.

Lo spettacolo musicale è un concerto di musica che include canzoni popolari di diverse regioni della Spagna. Sono canti che, formando parte di una tradizione viva, si possono ascoltare frequentemente nelle feste di paese ove si cantano e si ballano molte di queste musiche. Alcune di queste canzoni sono state scritte alla fine del  XIX secolo o all'inizio del XX, ma sono già divenute parte del repertorio popolare della nostra gente. Il canto popolare è l'espressione di un popolo che canta con semplicità all'amore, alla gioia, alla terra natia, alla gioventù, al dolore e al lavoro, alla vergine Maria.

Il concerto (a offerta libera) è a favore di AVSI

 

(Associazione Volontari per il Servizio Internazionale).




Sostieni il Kolbe con il 2 x 1000 !

 

Da quest’anno presentando la dichiarazione dei redditi è possibile sostenere

il Centro Culturale Massimiliano Kolbe di Varese

con la scelta della casella 2 x 1000

(in aggiunta al 5 x 1000 e all’8 x 1000, scelte che restano sempre possibili).

Questa novità è una norma contenuta nell’ultima Legge di stabilità relativa al 2016 rivolta alle associazioni culturali, di cui al libro I del codice civile, che hanno chiesto l’iscrizione nell’elenco dei soggetti aventi diritto alla corresponsione delle somme di cui all’art. 1, comma 985, della legge n. 208 del 2015, avendo finalità di svolgere e o promuovere attività culturali ed esistenti da almeno 5 anni al momento della presentazione della domanda.

Per devolvere il proprio contributo al Centro Culturale Massimiliano Kolbe occorre solo indicare il nostro

CODICE FISCALE:

 95019310127

e apporre la propria firma nella relativa casella (come si fa per il 5x1000 e per l’8 x 1000).

 

Poiché le fonti governative online non brillano per chiarezza sull’argomento, riportiamo qui sotto un inciso dalla pagina 9 delle

Istruzioni per la compilazione del Modello 730/2016 – Periodo d’imposta 2015.

3. Destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef

Ciascun contribuente può utilizzare una scheda unica per la scelta della destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille dell’Irpef.

Il contribuente può destinare:

—l’otto per mille del gettito Irpef allo Stato oppure a una Istituzione religiosa;

—il cinque per mille della propria Irpef a determinate finalità;

—il due per mille della propria Irpef in favore di un partito politico;

—il due per mille della propria Irpef in favore di una associazione culturale.

 Le scelte della destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef non sono in alcun modo alternative tra loro e possono, pertanto, essere tutte espresse. Tali scelte non determinano maggiori imposte dovute. Per esprimere le scelte, il contribuente deve compilare l’apposita scheda (Mod. 730-1), da presentare integralmente anche nel caso in cui sia stata operata soltanto una delle scelte consentite. Anche i contribuenti che non devono presentare la dichiarazione (…) possono scegliere di destinare l’otto, il cinque e il due per mille dell’Irpef utilizzando l’apposita scheda allegata allo schema di Certificazione Unica 2016 o al modello UNICO Persone fisiche 2016 e seguendo le relative istruzioni.

========================================

Nell'Invito disponibile più sotto trovate un promemoria che si può stampare.




FILM - Come saltano i pesci

 

 

Vi segnaliamo il film:

Come saltano i pesci

Regia di Alessandro Valori

 

alla Multisala Impero Varese – Largo Edgardo Sogno, 13

solo Lunedì 16 maggio 2016 alle ore 17 e alle ore 21.15.

Questa è una breve introduzione, presa da un articolo di Avvenire:

Matteo è un ragazzo di 26 anni con una vita perfetta: un sogno nel cassetto, due genitori, Italo e Mariella, che lo amano profondamente e una sorellina, Giulia, affetta da sindrome di Down che vede in lui il suo eroe. Tutto si sgretola quando riceve una telefonata. Il suo mondo era costruito attorno ad una terribile bugia. Da qui inizia un’avvincente avventura umana alla ricerca della verità, che tocca con delicatezza i temi della famiglia, della fede e del perdono, nel nuovo film di Alessandro Valori Come saltano i pesci.

Il testo completo dell’articolo di AVVENIRE può essere visto qui.

Il trailer del film può essere visto qui.

Dal film è stato ricavato un libro, dallo stesso titolo, scritto a due mani fra l’interprete del film Simone Riccioni e Jonathan Arpetti.




MAD IN EUROPE di Angela Dematté

 

Vi segnaliamo lo spettacolo:

Mad in Europe

di e con Angela Dematté

 

al Teatro Nuovo di Varese– Viale dei Mille 39

giovedì 12 maggio 2016 alle ore 21.

Questa è una descrizione di come è nato lo spettacolo:

Il progetto parte da innumerevoli suggestioni.
Vi è una riflessione sulla “parola” e sul “linguaggio” e cosa esso comporta nelle nostre vite.
Vi è una seconda riflessione, che parte da una serie di incontri indetti dalla Commissione europea a cui abbiamo partecipato e che sono nati nel tentativo di scrivere The mind and body of Europe: a new narrative.
Vi è una terza suggestione, che parte da una prozia rimasta in manicomio per 80 anni della sua vita.
Vi è una quarta, inaspettata, suggestione, che è una gravidanza a sorpresa.
Ciò che scaturisce (ed è il nostro progetto) è una donna incinta impazzita. Al Parlamento europeo.

Ella sapeva parlare molte lingue... ma ora riesce a formulare solo un “dialetto” internazionale, strano e informe. Soprattutto non ricorda assolutamente più la sua lingua madre, la sua Muttersprache L'ha rifiutata e ora non la ricorda più. Di chi è la colpa? Dovrà andare molto indietro per cercare di uscire dalla nevrosi in cui è caduta. Rientrare in un'eredità scomoda: materna, religiosa, demodé, di cui pensava di essersi liberata. Resta da capire se troverà ancora qualcosa (se lo vorrà) o se è tutto smarrito per sempre

Una presentazione dello spettacolo può essere vista qui.

Biglietti: Intero, 15€ – Ridotto, 12€ – Studenti, 10€




Prospettive ecumeniche

L'audio dell'incontro è disponibile nella sezione Archivio 2016 del sito.

Per valutare la portata dell’incontro fra

Papa Francesco e il Patriarca Kirill,

recentemente avvenuto a Cuba, si è svolto un incontro con

Giovanna Parravicini

Responsabile della Fondazione Russia Cristiana

e

Vladimir Khomenko

Rettore della Parrocchia Ortodossa di Sant'Alexander Nevskij di Varese

 

sul tema:

In cammino per l’unità:

Francesco e Kirill

segno di un nuovo inizio

 

presso il Centro Congressi De Filippi

via Don L. Brambilla 15 - Varese

Lunedì 7 marzo, alle ore 21.00

 

Qui è possibile trovare il testo della dichiarazione congiunta rilasciata in occasione dell’incontro di Cuba.




Mostra martiri "LA LUCE SPLENDE NELLE TENEBRE"

 

L'audio della presentazione della Mostra è disponibile nella sezione Archivio 2016 del sito.

La Diocesi di Milano, in collaborazione con 

Russia Cristiana e altri centri culturali tra cui il

Centro Culturale Massimiliano Kolbe,

ha portato anche a Varese, nel mese di gennaio 2016, la mostra

 

LA LUCE SPLENDE NELLE TENEBRE

La testimonianza

della Chiesa ortodossa russa

negli anni della persecuzione sovietica

 

È stato possibile visitare la mostra, realizzata dall’Università Ortodossa S. Tichon di Mosca e da Russia Cristiana per il Meeting 2013, nel periodo 26-31 gennaio 2016 

presso il Collegio De Filippi

via Don L. Brambilla 15 - Varese.

 

La tavola rotonda di presentazione della mostra si è svolta:

Martedì 26 gennaio, alle ore 21.00

Varese (Collegio De Filippi – via Don L. Brambilla 15)

 

Hanno partecipato:

P. Aleksandr Mazyrin

Università San Tichon

Adriano Dell’Asta

Università Cattolica del Sacro Cuore

 

Ha tradotto per noi:

Delfina Boero

Russia Cristiana

 

Sono intervenuti: 

Mons. Francesco Braschi

Dottore della Biblioteca Ambrosiana

Sac. Vladimir Khomenko

Rettore della Parrocchia Ortodossa Sant'Alessandro Nevskji di Varese

 

In occasione della Mostra, oltre alla presentazione, si sono svolte altre due iniziative:

Cena con proposte della cucina tradizionale russa:

Giovedì 28 gennaio, alle ore 20.00 al Collegio De Filippi

Vesperi in rito ortodosso: 

Domenica 31 gennaio, alle ore 15.00 a Varese (Chiesa di Sant'Antonio alla Motta – piazza Motta)

La mostra si propone di illustrare il cammino percorso dalla Chiesa Ortodossa russa nel periodo delle persecuzioni avvenute sotto il potere sovietico. La Rivoluzione del 1917, il Patriarcato e il Concilio locale, il trionfo del secolarismo militante, il periodo del Grande Terrore e poi il tema del Concordato con il potere e la Chiesa degli ultimi 20 anni, sono questi i momenti che la mostra affronta raccontando la vita dei martiri, le loro storie e il loro sacrificio.

 




Incontro-testimonianza con Joshua Stancil

 

 

L'audio dell'intervento di Joshua Stancil è disponibile nella sezione Archivio 2015 del sito.

All’inizio del Giubileo straordinario della Misericordia, indetto da Papa Francesco, il Centro Culturale Massimiliano Kolbe si è tenuto un incontro-testimonianza con:

Joshua Stancil

Ex-detenuto del carcere di Nash County, North Carolina

dal titolo:

Alla scoperta del volto della misericordia:

È POSSIBILE OGGI NASCERE UN'ALTRA VOLTA?

 

Mercoledì 9 dicembre 2015, ore 21:00

De Filippi Centro Congressi, via Brambilla 15, Varese.

Ha tradotto per noi Elisabetta Seratoni.

Ecco una breve testimonianza di Joshua risalente al tempo in cui era carcerato:

“Non è difficile perdere la speranza in carcere. Quando sei chiuso qua dentro, come lo sono io da molti anni, diventi amaro e pessimista rispetto all'umanità. Con il tempo, senza neppure accorgerti, cresce in te il nichilismo e gli altri uomini ti sembrano perduti, irrecuperabili. Anch'io ho corso il rischio di cadere in questa spirale. Eppure oggi posso dire non solo di avere speranza, ma di considerarmi un uomo libero, anche se vivo in una prigione. Una Presenza entrata nella mia vita, in modo inatteso, è la fonte della mia certezza. La vita in carcere non è meno pesante, le frustrazioni non spariscono, ma non sono più qualcosa che mi schiaccia. La consapevolezza che c'è un Altro che si interessa a me, insieme alla compagnia di amici che mi aiutano a riconoscerLo, rende la vita lieta. Anche se la trascorri in una cella...”

—Joshua Stancil

 




Sempre daccapo

 

Il Centro Culturale Massimiliano Kolbe ha tenuto un incontro con uno dei protagonisti delle battaglie culturali del XX secolo:

Fausto Bertinotti

Presidente della Fondazione “Cercare Ancora”

che ha parlato dei temi affrontati nel suo libro:  

SEMPRE DACCAPO

Ha condotto il dialogo:

Enrico Castelli, vice direttore TGR RAI

Sabato 7 novembre 2015, ore 18

Sala Ascom – Via Valle Venosta 4, Varese.

Dalla quarta pagina di copertina del libro:

“La sfida di Papa Francesco è un’evidente testimonianza di fede che, in questo ordine mondiale, esprime in totale autonomia la denuncia non solo dei mali del mondo, ma anche delle cause che hanno generato un sistema economico che fa del denaro il proprio idolo”. — Fausto Bertinotti

 “Che cosa possiamo dire di fronte al gravissimo problema della disoccupazione che interessa diversi Paesi europei? È la conseguenza di un sistema economico che non è più capace di creare lavoro, perché ha messo al centro un idolo, che si chiama denaro!”. — Papa Francesco